Ecco il miglior caseificio artigianale a Messina

Ecco il miglior caseificio artigianale a Messina

Ecco alcuni dei formaggi siciliani più conosciuti.

Il pecorino, come suggerisce il nome, è prodotto con latte di pecora. Come la tuma, il pecorino viene talvolta aromatizzato con grani di pepe o altre spezie. Prodotto in tutta la Sicilia, dove può essere considerato il formaggio stagionato più prodotto, è preferito da grattugiare sulla pasta. Il suo sapore, anche se piccante, è spesso meno pungente e secco di quello del Caciocavallo, nonostante un sapore e una consistenza caratteristici (si sbriciola e si sfalda facilmente).

Il caciocavallo è prodotto con latte di mucca, anche se il suo nome significa letteralmente “formaggio di cavallo” – la parola siciliana “cacio” condivide la stessa radice della caseina mentre “cavallo” significa cavallo. Ci vogliono almeno otto mesi per stagionare adeguatamente il Caciocavallo, raggiungendo un sapore più deciso in circa due anni. Il caciocavallo è un buon complemento ai vini più forti, e molto usato per grattugiare sulla pasta. Infatti, è uno dei preferiti dagli chef siciliani per l’uso con la pasta. Di solito ha la forma di una grande ruota.

Il canestrato è prodotto con latte intero di vacca, talvolta diluito con quello di capra o pecora. Il suo nome deriva dalla sua stagionatura in canestri. È abbastanza simile al Pecorino, fatto con lo stesso procedimento, e c’è una teoria che il Canestrato sia stato sviluppato per ottenere un prodotto simile usando il latte di mucca. Il pecorino è prodotto con latte di pecora. La sua forma è solitamente cilindrica, del peso di trenta libbre (circa quindici chilogrammi). Di solito è un po’ dolce fino a un’età superiore ai quattordici mesi. I siciliani preferiscono consumare il Canestrato come formaggio da tavola con vino, frutta o entrambi.

Il Piacentinu , famoso nella provincia di Enna, nella Sicilia centrale, è prodotto con latte di pecora e aromatizzato con lo zafferano, che gli conferisce un colore giallo intenso. Il nome deriva dalla parola siciliana affine a piacere (“piacere”).

La provola , disponibile nelle varietà regionali siciliane (Nebrodi, Ragusa, Madonie), è prodotta con latte intero di vacca. C’è anche una gustosa forma affumicata, ed è il classico complemento ai prosciutti. Con l’invecchiamento assume un sapore deciso. Prodotta con un metodo molto antico, la Provola viene solitamente formata in un bulbo, quindi sospesa da un nastro o da uno spago per l’invecchiamento. Questo gli conferisce una forma a pera, con ogni bulbo che pesa un chilogrammo o meno. In generale, più la Provola è matura, più la sua crosta è di colore giallo intenso.

Tuma e Primo Sale sono conosciuti, in alcune forme, come “Vastedda” in alcune parti della Sicilia, come la Valle del Belice. Prodotto con latte di pecora, è comunemente chiamato Tuma se gustato appena sformato, Primo Sale se leggermente salato e Vastedda se stagionato leggermente più a lungo. Come il pecorino, la tuma è talvolta aromatizzata con grani di pepe o altre spezie. A differenza del pecorino, non invecchia bene e va servito con prosciutto, vino e frutta come formaggio da tavola. Ha un sapore dolce non dissimile da quello della Provola, con una consistenza altrettanto gommosa.

Caseificio artigianale a Messina

Se anche tu vuoi gustare i migliori formaggi siciliani, recati al Caseificio artigianale a Messina Ferrara Carmelo “U Murgaellu”. Troverai una vasta scelta di prodotti ai prezzi più competitivi sul mercato.

editor

Related Posts

Le migliori birre artigianali ad Atri

Le migliori birre artigianali ad Atri

Prodotti senza glutine e lattosio on line: scopri subito dove puoi acquistarli

Prodotti senza glutine e lattosio on line: scopri subito dove puoi acquistarli

Vendita pasta pugliese a Napoli/ ecco dove acquistarla

Vendita pasta pugliese a Napoli/ ecco dove acquistarla

Pistacchio di Bronte: dove acquistare l’eccellenza siciliana

Pistacchio di Bronte: dove acquistare l’eccellenza siciliana