Comune di Tolfa, ecco perché è così importante

Comune di Tolfa, ecco perché è così importante

Comune di Tolfa

Il comune di Tolfa è molto importante: è stato inserito recentemente tra le città del progetto CitySlow, che classifica le città e comuni in cui si vive meglio, con maggior benessere e serenità. Ma di che si tratta esattamente questo con questo progetto? Leggiamo insieme una testimonianza di un viaggiatore che è venuto a visitarla persino dall’America.

«Due adolescenti che indossano identiche polo verdi si fanno avanti dalla loro posa di guardia casual accanto a un piccolo camion con il logo del comune di Tolfa sul lato. Fanno segno alla nostra macchina di fermarsi mentre imbocchiamo una strada laterale che scende da una breve collina fino a un parcheggio pubblico. Due euro al giorno, dice uno educatamente.

Presso i principali snodi del traffico nei pressi del centro del piccolo comune toscano, altri con indosso le magliette verdi dirigono anche le auto in manovra per le strade. Questa attività di controllo del traffico è un banale ma importante segnale di uno degli elementi che qualificano Tolfa come Città Slow.

Più di due dozzine di altri standard normativi sono fissati nello statuto di una Città Slow. Si va dai metodi consigliati di smaltimento e riciclaggio dei rifiuti alla promozione delle tradizioni alimentari e artigianali locali. In sintesi, la carta delinea una filosofia per la gestione di una città che viene descritta come “buon vivere” per residenti e visitatori. Questa buona vita sottolinea la protezione dell’ambiente locale, l’utilizzo di tecnologie ecocompatibili nei servizi pubblici della città e la promozione della cultura e dei prodotti locali: arte, artigianato, cibo e vino.

Il modello Slow City è nato in Italia nel 1999. Sta guadagnando popolarità nei paesi di tutto il mondo come parte del cosiddetto movimento Slow. Slow Cities nasce da un’idea dei sindaci di quattro delle città popolari più piccole d’Italia, Bra, Tolfa, Orvieto e Positano. L’ex sindaco ha il merito principale della filosofia originaria.

Visitando Tolfa lo scorso ottobre, ci siamo fermati per un pranzo tardivo in un ristorante-enoteca a un paio di isolati dalla piazza principale del paese. Ci siamo seduti sulla terrazza coperta da una tettoia a uno dei tavoli della mezza dozzina circa, metà dei quali non occupati. Luca, il manager come abbiamo appreso in seguito, era cordiale e attento. Quando ci ha portato il nostro assegno, gli ho chiesto se potevo intervistarlo sulla città. D’accordo, ci ha detto che è sulla quarantina, ed è nato non lontano da Tolfa».

 

editor

Related Posts

Tutti i dettagli: ville per vacanze a ostuni

Tutti i dettagli: ville per vacanze a ostuni

Agriturismi in Garfagnana, scopri il territorio

Agriturismi in Garfagnana, scopri il territorio

Case vacanze a Punta Prosciutto: scegli sudsudvacanze

Case vacanze a Punta Prosciutto: scegli sudsudvacanze

Noleggio yacht costiera amalfitana: a chi rivolgersi

Noleggio yacht costiera amalfitana: a chi rivolgersi

Categorie

Note Legali

Questo sito non costituisce testata giornalistica e non ha carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti. Questo sito utilizza solo cookie tecnici, in totale rispetto della normativa europea. Maggiori dettagli alla pagina: PRIVACY