Come affrontare la narcolessia

Come affrontare la narcolessia

Ci sono un certo numero di farmaci usati per trattare i sintomi della narcolessia . I farmaci che agiscono come stimolanti o riducono gli altri sintomi della narcolessia sono trattamenti standard per la condizione. Questi includono:

Armodafinil (Nuvigil): è usato per ridurre l’eccessiva sonnolenza diurna. Mal di testa e nausea sono gli effetti collaterali più comuni.

Metilfenidato ( Aptensio XR , Concerta , Cotempla XR-ODT, Daytrana , Metadate ER, Methylin, QuilliChew ER, Quillivant XR, Ritalin e Ritalin LA): il metilfenidato aiuta a ridurre l’eccessiva sonnolenza diurna e migliora la vigilanza. Gli effetti collaterali includono mal di testa, irritabilità, nervosismo e problemi gastrointestinali. Il sonno notturnopuò essere compromesso, diminuendo così il sonnovolta. Si teme che questo farmaco possa diventare inefficace se usato continuamente per lunghi periodi. Pertanto, alcuni medici consigliano alle persone con narcolessia di astenersi dall’assumerlo un giorno alla settimana (in genere durante un fine settimana). Durante quel giorno, la persona non dovrebbe impegnarsi in attività che richiedono la veglia, come guidare.

Modafinil ( Provigil ): questo farmaco ha dimostrato in diversi studi di ridurre l’eccessiva sonnolenza diurna. Il mal di testa è l’effetto collaterale più comune.

Antidepressivi : Gli antidepressivi triciclici Anafranil e Tofranil e l’inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (SSRI) Prozac sono spesso usati per ridurre la frequenza della cataplessia, una condizione in cui una persona sperimenta un’improvvisa (ma temporanea) perdita di tono muscolare. Gli effetti collaterali dei triciclici includono disturbi di stomaco , secchezza delle fauci , affaticamento , aumento di peso , effetti collaterali sessuali e, in alcuni casi, battito cardiaco irregolare (aritmie). Gli effetti collaterali del Prozac e degli altri SSRI includono anche disturbi di stomaco e disfunzioni sessuali. Tuttavia, gli effetti collaterali sembrano essere osservati meno spesso e possono essere meno gravi rispetto alantidepressivi triciclici .

Narcolessia 

Se anche tu soffri di narcolessia e vuoi avere maggiori informazioni, ti consigliamo di rivolgerti al blog curato da Sara Scimone Narcolessia.Blog. Sarai sempre aggiornato su tutto e potrai trovare preziosi consigli per trattare questa patologia.  

editor

Related Posts

Basta con il dolore: Osteopata Torino

Basta con il dolore: Osteopata Torino

Ipertiroidismo nel gatto: finalmente una cura definitiva

Ipertiroidismo nel gatto: finalmente una cura definitiva

Elaborazione del lutto a Varese: dove andare

Elaborazione del lutto a Varese: dove andare

Come fare una consulenza psicologica online

Come fare una consulenza psicologica online